Finché morte non ci separi.

Morte come conclusione di una relazione e interruzione di un legame.
In realtà quando accompagnamo una persona cara negli ultimi giorni della sua esistenza ci rendiamo conto che lascerà un vuoto incolmabile dentro di noi.
A volte la cosa che aiuta di più è cambiare prospettiva. Anziché guardare alla perdita proviamo a considerare quanto prezioso sia il momento presente e a quanto esso ci dia ancora l’opportunità per coltivare il nostro legame e raccogliere i ricordi dei momenti trascorsi insieme.
A volte questo percorso è reso difficile dal dover gestire la sofferenza della persona cara e spesso quella del resto della famiglia.
In questi casi è normale sentire di non avere le risorse per gestire tutto.
Chiedere aiuto ai medici, alle associazioni e perché no fare qualche colloquio di sostegno psicologico può essere la via che ci consente di vivere dei momenti così difficili senza sentirsi soli e svuotati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close